sottoscritto l’Accordo per la disciplina degli effetti sul personale a seguito di cessione della gestione del Centro Servizi Anziani di Agordo

E’ stato sottoscritto il 12 aprile 2017, presso la sede dell’ULSS 1 Dolomiti di Belluno, l’Accordo per la disciplina degli effetti sul personale a seguito cessione della gestione del Centro Servizi Anziani di Agordo dai rappresentanti dell’azienda ULSS 1 Dolomiti, dell’Azienda Speciale Consortile Agordina – A.S.C.A., delle RSU e delle Organizzazioni sindacali CGIL FP, CISL FP, UIL FPL e NURSING UP.

L’Accordo prevede che dal prossimo 1° maggio  2017, l’Azienda U.L.S.S. n. 1 Dolomiti cesserà la gestione diretta – già incaricata su delega facoltativa dei  Comuni – del Centro Servizi Anziani di Agordo, che verrà assunta dall’Azienda Speciale Consortile Agordina  – A.S.C.A..

Il documento si preoccupa innanzitutto di garantire  continuità nella erogazione del servizio agli ospiti della struttura attraverso una serie di  punti che prevedono una uscita graduale, con una calendarizzazione fino alla fine dell’anno 2017,  del personale attualmente in servizio a tempo indeterminato, che ha optato per la permanenza nell’organico dell’ULSS 1 Dolomiti.  Per tutti gli infermieri, gli infermieri coordinatori,  gli OSS e gli OTAA vi è la possibilità di riassegnazione ad altra struttura dell’Azienda ULSS 1 Dolomiti con un  conseguente consistente reintegro di forza lavoro nelle altre sedi aziendali.

Nel frattempo detto personale sarà distaccato presso l’A.S.C.A. rimanendo ad ogni effetto giuridico ed economico alle dipendenze dell’ULSS 1 Dolomiti. Al  personale distaccato continueranno ad essere applicati il C.C.N.L. e il C.C. I. aziendale.

A.S.C.A. ha già avviato le procedure per l’assunzione del nuovo personale  per coprire i posti che si renderanno via, via  vacanti.

Le figure professionali per le quali non è stato possibile permanere in Azienda,  per mancata disponibilità di posizione vacante nella dotazione organica dell’ULSS n. 1 Dolomiti, saranno comunque assunti da A.S.C.A. ma potranno chiedere l’applicazione dell’art. 24 del CCNL integrativo del comparto sanità 20 .9.2001 che disciplina la ricostituzione del rapporto di lavoro.

Il personale invece che ha scelto di essere trasferito all’Azienda Speciale Consortile Agordina,  nonché quello a tempo determinato, dal 1° maggio sarà al servizio della stessa, senza soluzione di continuità, con il medesimo profilo professionale e con conservazione ad ogni effetto dell’anzianità di lavoro e di ogni altro diritto maturato. L’Azienda Speciale Consortile Agordina riconoscerà al personale acquisito dall’Azienda ULSS 1 Dolomiti il trattamento giuridico ed economico previsto dal CCNL della Sanità Pubblica.

Soddisfazione è stata espressa da tutti i rappresentanti che hanno sottoscritto l’Accordo all’unanimità per l’obiettivo raggiunto che permetterà di dare continuità al  servizio,  venendo comunque incontro alle  richieste dei lavoratori.

Modificato il