Si è svolto a Belluno un corso residenziale dedicato alla gestione dei pazienti critici in età pediatrica.

La gestione dei pazienti critici in età pediatrica è una delle sfide di maggiore rilievo che un Ospedale “HUB provinciale” come quello di Belluno, non dotato di Rianimazione Pediatrica, deve affrontare. Nell’organizzare la centralizzazione di questi bambini a Verona o Padova, sedi di Rianimazione Pediatrica, spesso vi è la necessità di intraprendere a Belluno accertamenti e trattamenti improcrastinabili per gestire in piena sicurezza il trasferimento. Gli Anestesisti ed i Pediatri dell’Ospedale di Belluno hanno condiviso le competenze e hanno gestito presso la Rianimazione nel triennio 2014-2016, ben  31 pazienti di età inferiore ai 17 anni, una parte dei quali sono stati poi centralizzati nelle sedi di Verona o Padova.

E’ stata applicata l’esperienza maturata dagli  Anestesisti-Rianimatori di Belluno nella gestione di pazienti pediatrici nelle sale operatorie di ORL, Oculistica, Traumatologia ed in Neuroradiologia, unitamente alla disponibilità di  avanzati apparecchi per la ventilazione meccanica ed il monitoraggio adatti ai bambini critici.

La gestione dei pazienti critici in età pediatrica nell’Ospedale di Belluno richiede dei programmi specifici di formazione ed un aggiornamento continuo da parte del personale coinvolto, comprendente i Medici e gli Infermieri delle Unità Operative di Anestesia e Rianimazione e di Pediatria. E’ necessario infatti saper predisporre senza incertezze le procedure diagnostiche da attuare e i parametri clinici da monitorare.

Il 29 novembre,  su iniziativa del Dr. Mazzon, Direttore dell’ Unità Operative di Anestesia e Rianimazione  è stato organizzato presso  le Aule di Formazione di Cusighe  un Corso Residenziale dedicato alla gestione dei pazienti critici in età pediatrica nella specificità della rete dell’urgenza emergenza degli ospedali  di  Belluno, Agordo e Pieve di Cadore, per meglio affrontare le prime fasi del trattamento di bambini ed adolescenti con traumi, insufficienza respiratoria, insufficienza cardiocircolatoria.

Docenti del Corso sono stati il dottor  Biban e la dott.ssa  Spaggiari dell’ UO di Pediatria e Terapia Intensiva Neonatale Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera di Verona, che hanno enfatizzato l’efficacia del lavoro in equipe e secondo protocolli condivisi con i centri di riferimento di Verona e Padova, garantendo sin dalle fasi iniziali il migliore supporto terapeutico ai bambini critici. Al corso, alla cui realizzazione ha collaborato il dr. i Memo, Direttore della UO di Pediatria di Belluno, hanno partecipato con soddisfazione Medici e Infermieri delle Unità Operative di Anestesia e Rianimazione e di Pediatria di Belluno, Agordo e Pieve di Cadore.

Modificato il