Feltre – 8 marzo 2018 – Giornata del Rene – informazioni e misurazione della pressione all’Ospedale di Feltre

FELTRE. In occasione della giornata mondiale del Rene, che quest’anno cade l’8 marzo, la Nefrologia dell’Ospedale di Feltre, grazie al supporto del volontariato, ha aderito all’iniziativa indetta dalla Fondazione Italiana del Rene e della Società Italiana di Nefrologia in collaborazione con la Croce Rossa.

L’8 marzo, festa della donna, il personale della Nefrologia sarà presente, insieme ad alcuni volontari, nell’atrio dell’Ospedale di Feltre dalle 9:00 alle 17:00 per informare e sensibilizzare su come mantenere in salute i reni, in particolare nelle donne, e prevenire le malattie renali.

Inoltre, grazie alla disponibilità dei volontari della Croce Rossa, sarà possibile misurare la pressione, importante parametro da monitorare per prevenire le malattie renali.

I reni svolgono un lavoro silenzioso ma di grande importanza. In Italia, come nel resto del mondo, le malattie renali sono in continuo aumento: ancora troppe persone giungono alla dialisi e al trapianto.

Un semplice esame delle urine e il dosaggio della creatinina nel sangue sono il primo passo per diagnosticare una malattia del rene. Identificare una malattia renale in fase precoce può essere utile per prevenirne l’evoluzione e le complicanze.

I reni sono organi che si possono deteriorare, spesso senza dare alcun segno o sintomo, per cui è opportuno, una volta all’anno, misurare la pressione arteriosa e effettuare l’esame delle urine. Un italiano su dieci rischia di sviluppare una malattia renale cronica, ma ben il 60% degli italiani ignora le cause, i sintomi e i fattori di rischio delle patologie dei reni.

Molte patologie renali sono completamente curabili, altre possono essere stabilizzate, sia pure con gradi diversi di compromissione funzionale, altre ancora evolvono verso l’insufficienza renale terminale con la conseguente perdita quasi totale della funzione degli organi.

I sintomi da non sottovalutare per riuscire ad effettuare una diagnosi precoce sono: gonfiore del volto o degli arti inferiori, ingiustificato aumento o riduzione della diuresi (quindi della produzione di urina), bruciore o difficoltà a urinare, talvolta associati a febbre, presenza di sangue nelle urine.

Tra i fattori di rischio per le malattie croniche renali si annoverano ipercolesterolemia, diabete e malattie cardiovascolari, ma anche un’alimentazione scorretta, diete non equilibrate, abuso dei farmaci.

Anche sovrappeso e obesità sono fattori di rischio importantissimi: il legame fra i disturbi ai reni e l’obesità è testimoniato anche dai dati epidemiologici sull’incidenza e la prevalenza dell’obesità fra i pazienti che iniziano la dialisi, ben superiori a quelli relativi alla popolazione generale.

Altri comportamenti che possono causare problemi ai reni sono il mancato controllo della pressione arteriosa e la mancata assunzione dei farmaci renoprotettori prescritti.

Modificato il