Belluno – “Il diabete è….” ai Giovedì della Salute

Domani 8 febbraio  alle ore 18:00 presso la sala Convegni dell’Ospedale San Martino di Belluno, nuovo appuntamento con I giovedì della salute.

La dott.ssa  Nadia Aricò, Dirigente Medico UO Medicina Generale di Belluno,  tratterà il tema del diabete, una malattia molto comune.

In Italia circa 3 milioni di persone hanno avuto una diagnosi di diabete ed accanto a questi si stima che un altro milione e mezzo abbia la malattia senza saperlo.

Circa il 95% dei casi di diabete sono inquadrabili come diabete mellito tipo 2, il diabete mellito tipo 1 rappresenta invece il 5% di tutte le forme di diabete.

Se il diabete mellito tipo 1 è una malattia a genesi autoimmune che compare soprattutto in bambini, adolescenti, giovani adulti e raramente si manifesta dopo i 40 anni, il diabete mellito tipo 2 si sviluppa per il concorrere di vari fattori di rischio in età più adulta, la maggiore frequenza si ha dopo i 65 anni di età.

Per quel che riguarda il diabete mellito tipo 1, nonostante siano state condotte molte ricerche, al momento non c’è alcuna dimostrazione che possa essere prevenuto. È importante però riconoscerlo in modo tempestivo. I sintomi di esordio possono svilupparsi in un breve arco temporale:  sete intensa, necessità di urinare spesso, stanchezza, calo di peso sono i sintomi più caratteristici. Il diabete mellito tipo 2 nella grande maggioranza dei casi non dà alcun disturbo e viene invece spesso diagnosticato in occasione di esami del sangue eseguiti come check-up.

L’obesità e la sedentarietà sono fattori  di rischio per il diabete tipo 2.

La prevenzione è importante e la migliore strategia è la combinazione di uno screening per la malattia nelle persone a rischio, il mantenere una dieta sana ed una attività fisica regolare per contrastare il sovrappeso o le condizioni di obesità.

Modificato il